Here - Rory Scorpiniti

maggio 18, 2016

Buongiorno, lettori!
Oggi purtroppo non ci sarà la puntata di www Wednesday, perché, per colpa dell'università, sto ancora leggendo La trappola di Melanie Raabe. Vi prometto che prestissimo vi parlerò della mia currently reading, ma per adesso dovrete accontentarvi di un'altra recensione, ossia quella di Here, romanzo d'esordio della dolcissima Rory Scorpiniti.




TITOLO: HERE
AUTRICE: Rory Scorpiniti
CASA EDITRICE: Self publishing
PAGINE: 330
PREZZO DI COPERTINA: 17,84 €
LINK PER L'ACQUISTOQui

SINOSSI
James è tornato a Londra e non ha voglia di pensare al futuro. Di giorno dorme, la sera esce con gli amici e si diverte a conquistare le ragazze con i suoi grandi occhi azzurri. Ella ha gli occhi uguali ai suoi ma non vuole essere conquistata. Non concepiscono nemmeno l’amore nello stesso modo: lei s’innamora di frammenti di vita, lui vive di colpi di fulmine. James ha visto il mondo negli occhi di tante donne, le ha sentite sulla pelle, Ella ne ha amato uno solo.Eppure nel momento stesso in cui i loro sguardi si incrociano... capiscono di non aver scelta.



RECENSIONE
Non so se molti di voi lo sanno, ma solitamente non prediligo questo genere di romanzi, perché preferisco le storie piene di azione o che racchiudono in sé un mistero, rispetto a quelle che parlano d'amore. Nonostante questo, però, quando Rory Scorpiniti mi ha contattata, chiedendomi di leggere e recensire il suo romanzo d'esordio, ho pensato: "Perché no? Diamole una chance". E devo dire che Here mi ha piacevolmente sorpresa e mi ha fatta ricredere sui libri che parlano d'amore.
Forse questo è successo proprio perché quella che leggiamo nel corso delle pagine non è una storia
d'amore convenzionale, ma è da una parte travagliata e sofferta e dall'altra piena di passione e romanticismo. Certo, ci sono dei momenti "sdolcinati", ma non sono eccessivi.
Here è un romanzo scorrevole (penso di averlo letto, complessivamente, in meno di quattro ore) e coinvolgente, dal momento che permette al suo lettore di essere perennemente nella testa di Ella e di vivere con lei tutti gli istanti delle sue relazioni. Infatti, nel corso della vicenda non viene approfondita solo la storia con James, ma incontriamo anche alcuni personaggi del passato della protagonista che hanno avuto un ruolo centrale nella sua "crescita", come la sorella Nina, il cognato Nicholas e la migliore amica Arya. E forse è proprio quest'ultima che ha permesso al romanzo di conquistarmi: grazie alla sua simpatia e alla sua schiettezza spesso, durante la lettura, mi sono trovata a sorridere.
Inoltre, ho particolarmente apprezzato il ruolo che assume la musica in questo libro, perché - e forse l'avevo già detto in un altro post - come per i protagonisti di Here anche per me Lei, la musica, ha avuto e ha tuttora un significato particolare.
L'unica cosa che avrei evitato se fossi stata nell'autrice è la descrizione particolareggiata delle scene di intimità tra Ella e James, perché esse sono davvero spiegate nei minimi particolari. Probabilmente io avrei dato più spazio all'immaginazione del lettore, ma questi - ovviamente - sono gusti personali.



Attenzione
Oggi pomeriggio qui sul blog ci sarà il primo post di Quattro chiacchiere con..., in cui pubblicherò la breve intervista che ho fatto a Rory: stay tuned!


You Might Also Like

0 commenti

Popular Posts