Incubo - Wulf Dorn

maggio 26, 2016

Buon pomeriggio, bookscatchers
Finalmente oggi in treno sono riuscita a finire il nuovo romanzo di Wulf Dorn, Incubo, uscito in tutte le librerie proprio stamattina ed edito dalla Corbaccio. Il 30 maggio incontrerò l'autore e, quindi, qualche giorno dopo scriverò un post incentrato sull'evento organizzato dalla casa editrice; per adesso vi dovrete "accontentare" della recensione. Mettetevi comodi e buona lettura!





TITOLO: Incubo
AUTORE: Wulf Dorn
CASA EDITRICE: Corbaccio
DATA DI PUBBLICAZIONE: 26 maggio 2016
PAGINE: 368
PREZZO DI COPERTINA: 17,60 €
LINK PER INFO E ACQUISTO: Qui

SINOSSI
Simon è un ragazzo difficile, rinchiuso da sempre nel suo mondo. La sua vita precipita in un incubo dopo la morte dei genitori in un terribile incidente d’auto, dal quale Simon esce miracolosamente illeso, ma da allora, soffre di fobie, allucinazioni, sogni che lo tormentano ogni notte. Costretto a trasferirsi dalla zia Tilia dopo un periodo di riabilitazione in ospedale, passa le sue giornate esplorando la campagna sulla bicicletta del fratello Michael. Nella zona sembra aggirarsi un mostro: una ragazza è scomparsa, e una notte si perdono le tracce anche di Melina, la fidanzata di Michael, il quale diventa l’indiziato principale. Insieme a Caro, una ragazza solitaria che ha conosciuto nella sua nuova scuola, Simon affronta le proprie paure più nascoste e va a caccia del lupo che miete le sue vittime nel bosco di Fahlenberg. Ma niente è come sembra. Oscuro, inquietante, avvolgente, «Incubo» è il nuovo psicothriller di Wulf Dorn.



RECENSIONE
Ho solo tre parole per descrivere questo libro: Oh my God! Penso che questa sarà una delle recensioni più brevi della storia delle recensioni, perché un libro bello non ha bisogno di essere commentato con troppe parole.
Incubo è un romanzo coinvolgente, che non permette al suo lettore di staccare gli occhi dalle pagine, che mi ha fatto rimanere sveglia fino a notte fonda per cercare di capire cosa stesse succedendo e che in molti passaggi mi ha lasciata con il fiato sospeso e mi ha fatto venire i brividi.
Devo ammettere che non avevo mai letto nulla di Wulf Dorn - e al momento me ne sto pentendo amaramente (vi prometto che comprerò il prima possibile anche gli altri romanzi di questo autore) - e per questo motivo a un certo punto del romanzo ho pensato "Ma sta succedendo esattamente quello che mi aspettavo accadesse! Wulf, potevi impegnarti un po' di più per non farmi scoprire la verità fin da subito", ma poi il finale mi ha completamente spiazzata.
È un libro geniale e, nonostante il fatto che tutti i thriller, alla fine, abbiano una struttura molto simile, l'ho trovato decisamente originale - grazie anche all'immagine ricorrente del Male, identificato come un lupo che si nasconde nell'ombra del bosco.
Anche la descrizione e il processo di evoluzione dei personaggi è perfetto e, allo stesso tempo, spiazzante: senza dirvi troppo, quando lo leggerete ricordatevi che nulla è mai come sembra. So che probabilmente da questa recensione capirete ben poco, ma chi l'ha letto sa di cosa sto parlando.
Dato che sto facendo davvero una fatica allucinante per non spoilerarvi niente, vi dirò solo un'altra cosa: correte a comprarlo immediatamente, perché secondo me merita in ogni sua parola.


You Might Also Like

2 commenti

  1. Benvenuta nel club dei fan di Wulf. Ti consiglio assolutamente "La psichiatra", altro che "Oh my god", impazzirai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se mi dici così, mi fionderò il prima possibile in libreria per comprarlo 😍

      Elimina

Popular Posts