[Don't judge a book by its movie] Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo - Il ladro di fulmini

giugno 09, 2016


Buongiorno, lettori!
Ieri pomeriggio ho terminato di leggere il primo capitolo della saga di Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo, Il ladro di fulmini, e - come ho già detto nel www Wednesday di ieri e su Instagram - mi sono davvero pentita di non aver letto questi libri quando sono usciti. Dato che, però, mi sembra abbastanza inutile scrivere la recensione di questo libro - dato che penso che tutti (o quasi) lo abbiate letto - ho deciso di compararlo con il suo film.
Attenzione agli spoiler.
TITOLO: PERCY JACKSON E GLI DEI DELL'OLIMPO. IL LADRO DI FULMINI
AUTORE: Rick Riordan
CASA EDITRICE: Mondadori
PAGINE: 384
PREZZO DI COPERTINA: 11,00 €
EBOOK: 6,99 €
LINK PER L'ACQUISTOQui


Voi non potete immaginare quanto io sia felice di aver iniziato questa serie. Continuavo a pensare "Dai, adesso compro i libri" e poi non mi decidevo mai a farlo, probabilmente perché - da buona classicista - temevo lo stravolgimento totale della mitologia greca e perché i due film tratti dai primi due capitoli della saga non mi avevano fatto impazzire.
E dopo aver letto Il ladro di fulmini posso affermare con certezza che i film - o almeno il primo - non c'entrano assolutamente nulla con il romanzo.
Se penso alla trasposizione cinematografica del primo libro di Rick Riordan, mi viene in mente una sola domanda: perché? Perché smontare completamente un romanzo e farlo diventare una caccia al tesoro assolutamente senza senso? Oh miei cari regista Chris Columbus e sceneggiatore Craig Titley, cosa diamine vi è venuto in mente?
Vi avviso già che non vi dirò tutte le differenze che ci sono tra libro e film, perché penso che verrebbe un post lungo due pagine, ma su alcuni cambiamenti non posso proprio stare zitta.
Innanzitutto, quando inizia il film praticamente sappiamo già di chi è figlio Percy Jackson, perché riesce a stare sott'acqua per sette minuti e dice che "solo lì riesce a pensare", e appena arriva al Campo Mezzosangue tutti - e dico tutti - sanno già che Poseidone è suo padre. No, no e ancora no. Dov'è finita la scoperta graduale dei suoi poteri e la decisione di Poseidone di riconoscerlo come figlio, nel momento in cui deve compiere l'impresa? Bho, completamente svaniti nel nulla.
Altro punto: parliamo di Poseidone (e praticamente degli Dei in generale). Poseidone non è un padre affettuoso, che dà consigli al proprio figlio, che quando è nato Percy stava iniziando a trascurare tutti i suoi doveri da dio! Poseidone è un personaggio freddo, distante, non ha contatti con Percy fino alla fine e anche in quell'occasione non si dimostra così tanto aperto nei confronti di suo figlio. Certo, cerca di aiutarlo in alcuni passaggi (e ci mancherebbe altro) ma non ha questa grande indole paterna, nonostante poi debba ammettere di essere orgoglioso di Percy.
Rimanendo in tema dei, ora ditemi: che fine hanno fatto Ares e la sua progenie? Puff, spariti nel nulla. Va bene, ci sta che nel cinema ci sia il taglio di alcuni personaggi (anche se potevano evitare di eliminarmi proprio lui, che mi dava l'aria di essere un bellone da paura), ma allora non rendi l'Ade cinematografico una brutta copia dell'Ares presente nel libro e non unisci il carattere di Clarisse (figlia di Ares) con quello di Annabeth. Sono persone diverse e hanno caratteristiche totalmente opposte!
In più, ci sono mostri che non ci sono nel libro e che nel film compaiono a caso solo per la loro notorietà mitologica (sì, sto parlando proprio dell'Idra), la storia dell'Elmo di Ade non viene nemmeno nominata, la vicenda di Talia (poi presente nel secondo film di Percy Jackson) qui non è citata nemmeno lontanamente, il rapporto tra Luke e Annabeth è completamente eliminato, il sogno di Percy che preannuncia il ritorno di Crono non esiste, ... e potrei continuare così per giorni e giorni! Come ho già detto prima, però, non posso e non voglio dirvi tutte le incongruenze, quindi farò una scelta più saggia (forse) e passerò al cast.


Il cast e i personaggi principali

Percy è figlio di Poseidone e nel libro ha appena finito di frequentare la prima media.
Per quanto io veda bene Logan Lerman nei panni del protagonista di questa storia, non posso non notare che nella versione cinematografica non sembra proprio che Percy abbia circa undici anni. Se fossi stata nel regista avrei scelto qualcuno di più giovane o - dato che con il trucco ormai si può fare di tutto - avrei reso l'attore un pochino più giovane.

VOTO: 6/10


Annabeth, figlia di Atena, è una ragazza combattiva, intraprendente e ha sempre un piano. Da quando è arrivata al Campo Mezzosangue non ha ancora ottenuto un'impresa e per questo motivo fa promettere a Percy di portarla con sé a cercare la Folgore.
Nella versione cinematografica il carattere di Annabeth è reso davvero bene da Alexandra Daddario, ma l'Annabeth del libro fisicamente è completamente diversa rispetto all'attrice.

VOTO: 6/10

Grover, interpretato da Brandon T. Jackson, è un satiro ed è il custode di Percy. Farebbe di tutto per salvare la vita al suo migliore amico e penso che nella trasposizione cinematografica abbiano voluto sottolineare (forse anche troppo) questo aspetto, quando Percy, Annabeth e Grover si trovano negli Inferi.
A parte questo, penso che sia uno dei personaggi meglio riusciti nel film.

VOTO: 8/10




Luke, figlio di Ermes e (SPOILER) colui che ha rubato la Folgore, nel libro ha un ruolo chiave - viene perfino citato, anche se non per nome, nella profezia che l'Oracolo dice a Percy.
Interpretato da Jake Abel, nel film non sa né di carne né di pesce. La sua psicologia, il suo carattere e il rapporto che ha con Annabeth e con Percy sono solo lontanamente accennati. Dovrebbe essere stupendo e dovrebbe avere fascino su tutte le ragazze del Campo, ma nel film ci viene presentato solo come qualcuno per cui Annabeth potrebbe avere una cotta (non si capisce bene, dal momento che sembra che ce l'abbia anche per Percy).
Per me è assolutamente no!

VOTO: 2/10


Zeus, interpretato da Sean Bean (che finalmente in questo film non muore), è uno dei Tre Pezzi Grossi.
Nel libro viene mostrato come tutti gli altri dei, freddo, distante e noncurante della sorte dei mortali, mentre nel film sembra che mostri un po' di compassione e di gratitudine, soprattutto alla fine.

VOTO: 7/10






Anche la scelta di Kevin McKidd come Poseidone mi sembra perfetta a livello di lineamenti e fisico.
Quello che mi ha lasciata perplessa - come ho già detto nella mia precedente invettiva contro il film - è il fatto che il Poseidone cinematografico sia così attaccato a suo figlio, che gli parli di nascosto, che lo aiuti in qualsiasi momento. No, Poseidone non è assolutamente così.

VOTO: 5/10






Ade, fratello di Poseidone e Zeus e dio dell'Oltretomba, nel film è interpretato da Steve Coogan.
E adesso sì che arrivano i tasti dolenti. Ade metallaro: ma davvero? Cosa c'entra con il dio degli Inferi del libro? Assolutamente niente.
Inoltre, mentre nel libro alla fine si rivela essere un dio abbastanza ragionevole, nel film è visto completamente in modo negativo.
No, lui non vuole la Folgore per far scoppiare una guerra! Vuole solo riavere indietro il suo Elmo, che gli è stato rubato insieme alla Folgore.
Disastro, disastro, disastro.

VOTO: 1/10



Da tutto ciò, penso abbiate capito che, secondo me, in questo caso assolutamente il libro non possa in alcun modo essere giudicato in base al film.
E voi? La pensate come me?


You Might Also Like

0 commenti

Popular Posts