#Worst5. I libri peggiori letti nel 2016

dicembre 30, 2016 Laura Franchin 0 Comments


Buon pomeriggio!
Stamattina ho postato la classifica dei migliori libri letti nel 2016, ma come non postare quella dei peggiori? Onde evitare fraintendimenti, ricordo che questo è un giudizio personale e che, quindi, c'è la possibilità che a voi questi cinque libri siano piaciuti. Detto ciò, direi di procedere con la classifica.

#5 MY SHADOWS di Francesca Millefanti
Quello che, secondo me, è il "problema" fondamentale di My Shadows è il fatto che Francesca Millefanti abbia messo troppa carne al fuoco e, di conseguenza, il fatto che molti passaggi siano spiegati frettolosamente e spesso in modo confusionario.
Inoltre, nel romanzo di questa autrice emergente ho trovato tanti, troppi errori di grammatica, di concordanza o di battitura.

Per saperne di più: qui





#4 PAZIENTE 64 di Jussi Adler-Olsen
Dato che fin dalle prime pagine praticamente sappiamo già cosa accadrà in buona parte del romanzo, mi sento di definire Paziente 64 un libro alla “Tenente Colombo”: il lettore è chiamato ad analizzare il caso di Nete soprattutto dal punto di vista della polizia, anche se egli in realtà sa già quasi tutto. Forse è per questo motivo che questo giallo non mi ha coinvolta fino in fondo: dentro di me non è scattato quel meccanismo che, quando leggo un buon poliziesco, mi permette di entrare nel pieno della storia, di sentirmi parte di essa e di formulare ipotesi.


Per saperne di più: qui


#3 LA RANCURA di Romano Luperini
Inizialmente il romanzo parte bene, la storia è chiara, il linguaggio è quasi poetico e il tema del rapporto padre-figlio è ben delineato. La nota negativa che ho riscontrato in tutto ciò, però, è il fatto che se dalla trama il lettore deduce che, appunto, il rapporto tra i padri e i figli e la rancura siano il fulcro delle storie raccontate, in realtà, esso è solo uno dei tanti temi presi in esame. Tra di essi vi è quello politico, che ha un ruolo predominante all’interno delle vite dei protagonisti e spesso ho trovato alcuni passaggi noiosi e pesanti. Inoltre, troppe volte ci sono episodi, a mio parere, troppo spinti, volgari e inutili al fine della storia, che fanno perdere il filo del discorso e che vanno fuori tema.

Per saperne di più: qui


#2 HARRY POTTER AND THE CURSED CHILD di J. K. Rowling, J. Thorne e J. Tiffany
La trama è abbastanza scontata: nella prima parte del romanzo troviamo il conflitto tra Harry e suo figlio, Albus, nella seconda la battaglia tra bene e male, che – anche se coinvolgente – è sempre la solita solfa. I personaggi, ad eccezione dei Malfoy, non sono per nulla indagati, spesso sono completamente l'opposto di quello che erano nella saga vera e propria e pronunciano frasi che non avrebbero mai detto. 
I viaggi nel tempo presenti nella prima parte del libro incasinano troppo il tutto e distruggono tutto ciò che era stato detto su di essi nel corso dei libri precedenti di Harry Potter: se ricordate, ne Il prigioniero di Azkaban tutto avviene già anche quando noi lettori non sappiamo che esiste la giratempo (Hermione e Harry attirano Lupin nella foresta e Harry urla "Expecto Patronum!" capendo che non era stato suo padre a evocare il patronus, ma lui stesso); qui tutto è completamente distrutto.
Senza dilungarmi troppo, per me è no.

Per saperne di più: qui


#1 REAL WORLD di Natsuo Kirino
Leggendo Real World, ci si trova di fronte a una società completamente negativa in cui i ragazzi hanno istinti omicidi verso amici e genitori; ci troviamo in un Giappone dominato dal caos, che non ho per nulla sentito vicino a me.
Da una parte sembra che il male e le disavventure che ricordano le protagoniste della storia siano, giustamente, classificate come negative; dall’altra, però, anche loro si lasciano incantare dal lato oscuro e cedono alla tentazione di aiutare un assassino.
Libro davvero, davvero inquietante e pessimista.

Per saperne di più: qui

0 commenti:

#Top5. I libri più belli letti nel 2016

dicembre 30, 2016 Laura Franchin 0 Comments


Buongiorno, bookscatchers!
Il 2016 sta volgendo al termine ed è ora di fare una bella classifica dei cinque libri più belli che ho letto durante quest'anno. Avrei voluto inserire in questa top 5 anche altri due libri, ma questi cinque hanno prevalso sugli altri.

#5 TIGER LILY di Jody Lynn Anderson
Quando ho saputo di questo retelling della storia di Peter Pan, ho dovuto assolutamente acquistare il libro, perché la figura di Giglio Tigrato mi ha sempre incuriosita.
Tiger Lily è un libro che nelle sue 290 pagine ha tutto: parla di libertà, di diversità culturale, di superstizione, di tradizioni, di amore, di vendetta, di delusioni, di gelosia, di bullismo.
Ricordo che è stato pubblicato solo ed esclusivamente in inglese.

Per saperne di più: qui




#4 IL FIGLIO DEL CIMITERO di Neil Gaiman
La storia che viene narrata in questo libro è assurda, ma proprio per questa sua caratteristica riesce a far rimanere il lettore attaccato alle pagine.
Penso che il "fattore omicidio" - i genitori di Bod, infatti, vengono uccisi nelle prime due pagine -, oltre a essere una delle colonne portanti del libro e a dare fin da subito un risvolto interessante al romanzo, permette a chi legge di porsi delle domande, a cui verranno date delle risposte solo alla fine.
Neil, non deludi mai.

Per saperne di più: qui


#3 INCUBO di Wulf Dorn
Romanzo coinvolgente, Incubo non permette al suo lettore di staccare gli occhi dalle pagine e mi ha fatto rimanere sveglia fino a notte fonda per cercare di capire cosa stesse succedendo, lasciandomi in molti passaggi con il fiato sospeso.
È un libro geniale e, nonostante il fatto che tutti i thriller, alla fine, abbiano una struttura molto simile, l'ho trovato decisamente originale - grazie anche all'immagine ricorrente del Male, identificato come un lupo che si nasconde nell'ombra del bosco.

Per saperne di più: qui



#2 OUTLANDER. LA STRANIERA di Diana Gabaldon
La straniera è un romanzo scorrevolissimo - nonostante sia lungo più di 800 pagine e sia scritto a carattere 10 - e il suo ritmo è incalzante; è uno di quei libri in cui, alla fine di un capitolo, vuoi sapere a tutti i costi come continua la storia.
Diana Gabaldon è riuscita a rendermi partecipe delle ansie della protagonista, a farmi soffrire con Claire, e a lasciarmi in balia della corrente nel momento in cui la ragazza deve scegliere se tornare nel 1945, da Frank, o se rimanere nel 1700 insieme a Jamie.

Per saperne di più: qui



#1 LA MOGLIE DEL CALIFFO di Renée Ahdieh
Avete presente quando ascoltate una canzone, per la prima o la milionesima volta, e vi viene la pelle d’oca? Ecco, questo libro mi ha fatto esattamente lo stesso effetto.
A ogni capitolo, a ogni storia, a ogni ricordo mi sono venuti i brividi e l'autrice, tramite le sue descrizioni e il suo stile coinvolgente, è stata in grado di trasportarmi in terre a me sconosciute.
Se non lo avete ancora fatto, dovete assolutamente leggere questo romanzo, perché è davvero stupendo.

Per saperne di più: qui


Qual è la vostra #Top5 del 2016?


0 commenti:

www Wednesday: 28 dicembre 2016

dicembre 28, 2016 Laura Franchin 0 Comments


Buongiorno, lettori!
Era da un po' che non pubblicavo più post riguardanti il www Wednesday e devo dire che la rubrica mi mancava parecchio. Per questo motivo, oggi eccomi qui a mostrarvi le mie letture passate, presenti e future!

What did you just finish reading? (Cos'hai appena finito di leggere?)



Il primo libro che ho "appena" terminato di leggere è
Canto di Natale di Charles Dickens, un classico
che va assolutamente letto nel periodo antecedente al Natale.
Se volete saperne di più, trovate la recensione qui.



Settimana scorsa ho anche finito il secondo libro
scelto per il Gruppo di Lettura di cui faccio parte:
Il Natale di Poirot dell'inimitabile Agatha Christie.
Anche di questo, trovate la recensione qui.


What are you currently reading? (Cosa stai leggendo in questo momento?)


In realtà, sto leggendo più di due libri, perché in questo periodo
la mia preferenza cambia a seconda del momento in cui mi trovo.
Vi mostro queste due perché sono le principali.
La prima è La Profezia di Mezzanotte, gentilmente inviatami dalla
De Agostini, una storia molto interessante, che spero di finire presto.


Il secondo libro che vi mostro è Il segno della croce di Glenn Cooper.
Questo libro mi è stato regalato a Natale e, amando alla follia
lo stile di questo scrittore (solo l'ultima trilogia non mi ha fatto impazzire),
non ho resistito e l'ho immediatamente iniziato.


What do you think you'll read next? (Che cosa pensi di leggere dopo?)


Penso che non ci siano parole per spiegare la gioia che ho provato quando,
scartando due regali, ho visto tra le mie mani L'amuleto d'ambra e Il ritorno.
Questa sarà assolutamente la mia prossima lettura!


Quali sono, invece, le vostre letture?
Avete ricevuto qualche libro per Natale?

0 commenti:

[Hey, what's up?] Novità De Agostini gennaio 2017

dicembre 28, 2016 Laura Franchin 0 Comments


Buongiorno, bookscatchers!
Siete curiosi di conoscere tre libri che usciranno a gennaio, editi dalla De Agostini? Il primo è un libro per ragazzi che ha tutta l'aria di essere molto interessante e unico nel suo genere; il secondo è uno YA uscito nuovamente dal mondo di Wattpad; e il terzo è un romanzo "perfetto" se letto nel Giorno della Memoria. Li acquisterete?

TITOLO: IL RAGAZZO DEGLI SCARABEI
AUTORE: M. G. Leonard
CASA EDITRICE: De Agostini
IN LIBRERIA DAL: 17 gennaio

SINOSSI
La vita di Darkus fa decisamente schifo. Da quando suo padre è scomparso nel nulla, tutto è andato a rotoli. Darkus si è ritrovato solo al mondo, a vivere in una casa che non conosce con uno zio che non sa badare a lui. Come se non bastasse, i vicini sono due tizi a dir poco disgustosi che accumulano montagne di immondizia e di insetti nel cortile. E proprio da lì Darkus vede spuntare uno scarabeo gigante, il più grande che abbia mai immaginato. Si chiama Baxter e sembra in grado di comunicare con Darkus. Ma un ragazzino può davvero diventare amico di un insetto? E un insetto può aiutare un ragazzino a ritrovare il padre scomparso? Pare proprio di sì. 

Il ragazzo degli scarabei arriva anche in Italia in collaborazione con il WWF, a cui sarà devoluto parte del ricavato dall'editore.

❧  ❧  ❧  ❧  ❧  ❧  ❧ 


TITOLO: REMEMBER
AUTORE: Ashley Royer
CASA EDITRICE: De Agostini
IN LIBRERIA DAL: 31 gennaio

SINOSSI
Dopo una tempesta arriva sempre il sereno. Levi ne è convinto. Per tutta la vita ha osservato la pioggia e ha rincorso gli arcobaleni, credendo ciecamente nel lieto fine. Ma un giorno tutto è cambiato: il giorno in cui la sua ragazza è morta in un terribile incidente. Da quel momento il temporale l’ha inghiottito, e la luce non è più tornata. Così Levi ha smesso di parlare, ma grazie a una brillante idea di sua madre, Levi intraprenderà un viaggio nel Maine dove incontrerà Deilah, il suo arcobaleno.

Dopo After e Bad Boy, arriva da Wattpad Ashley Royer, un nuovo e attesissimo fenomeno editoriale: con oltre 15 milioni di visualizzazioni e 30 milioni di fan a soli 17 anni ha incantato tutti.
L’autrice si è aggiudicata il Premio Wattys, premio per le scrittrici di Wattpad.

❧  ❧  ❧  ❧  ❧  ❧  ❧ 


TITOLO: IL FABBRICANTE DI GIOCATTOLI
AUTORE: Liam Pieper
CASA EDITRICE: De Agostini
IN LIBRERIA DAL: 17 gennaio

SINOSSI
Adam Kulakov è il proprietario di una grande fabbrica di giocattoli a Melbourne, in Australia. Il suo stile di vita di seduttore e bugiardo incallito non ricalca propriamente i valori incarnati dal nobile patriarca. Sì, perché suo nonno Arkady - eroe scampato ai campi di sterminio nazisti, fondatore dell'impresa di famiglia e colonna della società - ha davvero una storia eccezionale alle spalle: quella di un uomo che, sprofondato nel male più assoluto, scopre la sua vocazione costruendo piccoli, rudimentali giocattoli per i bambini di Auschwitz, e così facendo trova la forza di non soccombere.

In un vertiginoso gioco di rimandi tra passato e presente, Liam Pieper disegna un ritratto senza sconti delle ipocrisie, delle contraddizioni delle calcolate amnesie così tipiche del nostro tempo.
Consigliato per il Giorno della Memoria.

0 commenti:

[Classici senza età] Il Natale di Poirot - Agatha Christie

dicembre 23, 2016 Laura Franchin 0 Comments


Buongiorno, bookscatchers!
In questi giorni sono a casa mezza influenzata e, quindi, oltre a studiare per gli imminenti esami universitari mi coccolo con litri e litri di tè caldo e con la compagnia dei miei amati libri. Proprio l'altro giorno ho terminato il secondo libro di dicembre scelto nel Gruppo di Lettura di Jo Reads e oggi ve ne voglio parlare.

TITOLO ORIGINALE: HERCULE POIROT'S CHRISTMAS
TITOLO IN ITALIANO: IL NATALE DI POIROT
AUTORE: Agatha Christie
LA MIA EDIZIONE: Mondadori
ANNO DELLA MIA EDIZIONE: 1987
PAGINE (dell'edizione mostrata): 224
LINK PER L'ACQUISTOQui

SINOSSI
A Natale, secondo la tradizione, le famiglie che sono state separate tutto l'anno, dopo aver messo da parte ogni contrasto, si riuniscono per festeggiare. Tutto questo, però, a volte ha solo lo scopo di mascherare odi e rivalità feroci. Come fa notare un acuto osservatore del carattere umano come Poirot: "A Natale c'è molta ipocrisia... e lo sforzo per essere amabili crea un malessere che può essere in definitiva pericoloso." Quasi a dimostrare la validità di questa riflessione la riunione familiare voluta dal vecchio e tirannico Simeon Lee, che ha chiamato attorno a sé tutti i figli e i nipoti, anche quelli che un tempo si erano ribellati a lui e lo avevano abbandonato, si trasforma ben presto in dramma. A farne le spese é proprio il vecchio patriarca, misteriosamente assassinato alla vigilia di Natale in una stanza chiusa dall'interno. Ma è possibile che l'assassino sia proprio un membro della famiglia? Tutti sono sospettabili, tutti avevano un motivo per volere la sua morte. Un caso complicato, ma nessun criminale può sperare di ingannare il grande Poirot. Scritto nel 1939, l'epoca d'oro del giallo classico, Il Natale di Poirot, è un romanzo di grande suggestione nel quale la Christie ha utilizzato, con eccezionale bravura, tutti gli elementi più tipici della sua narrativa.


RECENSIONE
Mi mancava leggere qualcosa della Regina del Giallo e sono davvero felice che per il Gruppo di Lettura di Jo sia stato scelto anche questo libro.
Non c'è molto da dire su questo libro: Il Natale di Poirot è - come tutte le altre storie della Christie - un capolavoro.
Il connubio tra la gioia che dovrebbe avvolgere il periodo natalizio e la crudeltà con cui viene commesso l'omicidio è ipnotizzante.
Nonostante le poche pagine, ognuno dei personaggi - e ce ne sono davvero tanti - è ben indagato, soprattutto psicologicamente. Ed è proprio sulla psicologia che si basa tutto questo giallo: Poirot, infatti, non si sofferma tanto a pensare all'omicidio quanto tale ma all'omicidio in relazione al carattere di Simeon Lee.
Ho amato con tutta me stessa il finale, la risoluzione del caso e l'arresto del colpevole: come sempre, la scrittrice inglese è riuscita a stupirmi e a distruggere ogni mia precedente teoria. Tutti i tasselli, anche quelli più strani e incomprensibili, alla fine riescono a comporre un quadro perfetto e straordinario.
Ci sono un paio di cose che mi hanno lasciata un po' perplessa e alcuni passaggi sono stati un po' troppo lenti per i miei standard: probabilmente, ormai sono abituata a leggere thriller più movimentati, con più azione e con una narrazione più incalzante. Arrivata alla fine de Il Natale di Poirot, però, sono contenta che, nonostante la sua lentezza, lo stile della Christie mi abbia comunque saputo prendere e tenere incollata alle pagine.


0 commenti:

5 libri per Natale

dicembre 22, 2016 Laura Franchin 2 Comments


Buon pomeriggio, lettori!
Se siete indecisi come me, probabilmente in questo periodo vi siete spesso chiesti "Cosa posso regalare per Natale?". Ovviamente, la risposta che io mi sono data è stata "Libri!"... Ma quali? Ecco a voi alcune idee.

ECCOMI - Jonathan Safran Foer

Prezzo di copertina: 22 €
Link per l'acquistoQUI

Ambientata a Washington durante quattro, convulse settimane, "Eccomi" è la storia di una famiglia in crisi. Mentre Jacob, Julia e i loro tre figli sono costretti a confrontarsi con la distanza tra la vita che desiderano e quella che si trovano a vivere, arrivano da Israele alcuni parenti in visita. I tradimenti coniugali veri o presunti, le frustrazioni professionali, le ribellioni adolescenziali e le domande esistenziali dei figli, i pensieri suicidi del nonno, la malattia del cane: tutto per Jacob e Julia rimane come sospeso quando un forte terremoto colpisce il Medio Oriente, innescando una serie di reazioni a catena che portano all'invasione dello stato di Israele. Di fronte a questo scenario inatteso, tutti sono costretti a confrontarsi con scelte a cui non erano preparati, e a interrogarsi sul significato della parola casa.


ILLUMINAE - Amie Kaufman & Jay Kristoff

Prezzo di copertina: 22 €
Link per l'acquisto: QUI

Quel giorno, quando si è svegliata, Kady pensava che rompere con Ezra sarebbe stata la cosa più difficile da affrontare. Poche ore dopo il suo pianeta è stato invaso.
Anno 2575: il cielo di Kerenza, un pianeta poco più grande di un granello di sabbia coperto di ghiaccio e sperduto nell'universo, si oscura all'improvviso. Tra le esplosioni e le urla degli abitanti terrorizzati, una squadra d'assalto delle BeiTech, una potente corporation interstellare, dà inizio all'invasione. Ed Ezra e Kady, che si rivolgono a malapena la parola, sono costretti a cercare insieme una via di fuga.
Alcuni giorni dopo, però, un mortale virus mutante inizia a diffondersi a bordo di una delle navi sulle quali si trovano i due ragazzi e gli altri superstiti. Come se non bastasse, AIDAN, l'intelligenza artificiale che dovrebbe proteggerli, pare essersi trasformato nel nemico. E nessuno dei militari incaricati delle operazioni di salvataggio sembra intenzionato a spiegare ciò che sta accadendo. Quando Kady riesce ad accedere a informazioni strettamente riservate, le è subito chiaro che l'unica persona che può aiutarla è anche l'unica con la quale pensava non avrebbe più avuto nulla a che fare.
Attraverso un corposo dossier riservato composto da resoconti militari, trascrizioni di interrogatori, rapporti medici, intercettazioni, email e tanto altro, Illuminae ci parla, documento dopo documento, del prezzo della verità, di vite spezzate e del grande coraggio di eroi di tutti i giorni.


IL SEGNO DELLA CROCE - Glenn Cooper

Prezzo di copertina: 19,90 €
Link per l'acquistoQUI

Intorno a loro, si apre l’infinito deserto di ghiaccio e vento dell’Antartide. Dopo ore di faticoso cammino, il gruppo di uomini raggiunge il punto segnato sulla mappa. E lo individuano: l’ingresso di una caverna scavata decenni prima da chi li ha preceduti in quel continente disabitato. Quando entrano, in religioso silenzio, si trovano davanti un museo ideato per conservare reperti che il mondo crede perduti per sempre. Ma quegli uomini sono arrivati lì per due oggetti soltanto. E adesso li stringono tra le mani. Ne manca ancora uno, poi l’alba di una nuova era sorgerà sul mondo. 
In un piccolo paese dell’Abruzzo, un giovane sacerdote si alza dal letto. Il dolore è lancinante. La fasciatura intorno ai polsi è intrisa di sangue. Con cautela, il prete scioglie le bende. Le sue suppliche non sono state esaudite, le piaghe sono ancora aperte. Il sacerdote chiude gli occhi e inizia a pregare. Prega che gli sia risparmiata quella sofferenza. Che gli sia data la forza di superare quella prova. E che nessuno venga mai a conoscenza del suo segreto.
Una ricerca iniziata quasi 2000 anni fa e giunta solo oggi a compimento. Un’ossessione sopravvissuta alla guerra che segnerà il destino di tutti noi. Una storia la cui parola «fine» sarà scritta col sangue…
Questo romanzo è un invito. Un invito a vivere un’avventura appassionante, ricca di mistero e svolte inaspettate. Ma anche un invito a esplorare l’indistinta linea di confine che separa Storia, religione e scienza, un territorio ambiguo e affascinante che Glenn Cooper ci ha fatto conoscere – e amare – fin dai tempi del suo fortunatissimo esordio narrativo, La Biblioteca dei Morti.


IL LIBRO DEI BALTIMORE - Joël Dicker

Prezzo di copertina: 22 €
Link per l'acquistoQUI

Sino al giorno della Tragedia, c’erano due famiglie Goldman. I Goldman di Baltimore e i Goldman di Montclair. Di quest’ultimo ramo fa parte Marcus Goldman, il protagonista di La verità sul caso Harry Quebert. I Goldman di Montclair, New Jersey, sono una famiglia della classe media e abitano in un piccolo appartamento. I Goldman di Baltimore, invece, sono una famiglia ricca e vivono in una bellissima casa nel quartiere residenziale di Oak Park.
A loro, alla loro prosperità, alla loro felicità, Marcus ha guardato con ammirazione sin da piccolo, quando lui e i suoi cugini, Hillel e Woody, amavano di uno stesso e intenso amore Alexandra. Otto anni dopo una misteriosa tragedia, Marcus decide di raccontare la storia della sua famiglia: torna con la memoria alla vita e al destino dei Goldman di Baltimore, alle vacanze in Florida e negli Hamptons, ai gloriosi anni di scuola.
Ma c’è qualcosa, nella sua ricostruzione, che gli sfugge. Vede scorrere gli anni, scolorire la patina scintillante dei Baltimore, incrinarsi l’amicizia che sembrava eterna con Woody, Hillel e Alexandra. Fino al giorno della Tragedia. E da quel giorno Marcus è ossessionato da una domanda: cosa è veramente accaduto ai Goldman di Baltimore? Qual è il loro inconfessabile segreto?


LA PROFEZIA DI MEZZANOTTE - Irena Brignull

Prezzo di copertina: 14,90 €
Link per l'acquistoQUI

Per quattordici, lunghi anni Poppy Hopper ha cercato di ingannare tutti, persino se stessa. Ha finto di essere una ragazza come tante, mentre i gatti la seguivano ovunque, i ragni tessevano tele complicate intorno a lei e gli elementi della natura sembravano rispondere al suo volere. Anche Ember Hawkweed ha sempre fatto di tutto pur di sentirsi normale: una normalissima strega come le altre. Ma se le sue amiche eccellevano nelle arti magiche, creando pozioni e incantesimi, lei riusciva solo a preparare unguenti e bolle di sapone. Quando Poppy ed Ember si incontrano, però, le cose cambiano. Le due ragazze capiscono subito di essere più simili di quanto avrebbero mai potuto immaginare. Entrambe sanno di non appartenere al mondo in cui vivono, ed entrambe vogliono scoprire la verità. Insieme, Poppy ed Ember sono pronte a qualsiasi cosa pur di trovare le risposte che cercano. Anche ad affrontare una pericolosa profezia che affonda le radici nella notte dei tempi.

2 commenti:

[Classici senza età] Canto di Natale - Charles Dickens

dicembre 13, 2016 Laura Franchin 2 Comments


Buon pomeriggio a tutti!
Perdonatemi davvero se ultimamente non sono molto attiva qui sul blog, ma le mille cose che devo fare e i mille libri che devo studiare occupano tutto il mio tempo.
Nonostante questo, però, in questi ultimi giorni ho divorato uno dei classici più belli che siano mai stati scritti e oggi sono qui per parlarvene. Di cosa sto parlando? Naturalmente, dato il periodo in cui ci troviamo, di A Christmas Carol di Charles Dickens.

TITOLO ORIGINALE: A CHRISTMAS CAROL
TITOLO IN ITALIANO: CANTO DI NATALE
AUTORE: Charles Dickens
LA MIA EDIZIONE: Penguin Classics
ANNO DELLA MIA EDIZIONE: 2011
PAGINE: 90 circa (esclusi gli altri racconti)
LINK PER L'ACQUISTOQui
EDIZIONE ITALIANAQui

SINOSSI
Nella fredda notte che annuncia il Natale, il vecchio Scrooge, visitato dal fantasma del suo vecchio socio in affari, si trova a compiere un viaggio nel passato, nel presente e nel futuro della sua miserevole vita. Solo messo di fronte a se stesso Scrooge imparerà il valore della solidarietà. Questa è la celeberrima trama di una delle storie più raccontate e rivisitate dal cinema e dalla letteratura mondiale. Il classico di Dickens, presentato nella sua veste originale, riesce ad affascinare come sempre, e rievoca magicamente lo spirito natalizio.


RECENSIONE
Quanto mi piace rileggere questo romanzo nel periodo pre-natalizio, circondata dalle lucine dell'albero e del presepe, dalle candele, avvolta in una coperta e con accanto una bella tazza di tea o cioccolata. Sì, lo so, mi coccolo... ma quando si avvicinano il Natale e l'inverno è il mio habitat naturale.
La storia che ci viene presentata nel Canto di Natale è molto semplice e credo che tutti la conosciate, date le innumerevoli trasposizioni cinematografiche tratte da questo libro: a Ebenizer Scrooge, un uomo avaro, egoista, che persino alla vigilia del giorno in cui tutti dovrebbero aprire i loro cuori ed essere più buoni si rintana nei suoi affari e si cura solo dei suoi soldi, viene data la possibilità di cambiare.
Gli spiriti, nonostante il loro fine comune, sono molto diversi tra di loro e rappresentano a pieno i periodi della vita del protagonista: il primo fantasma, lo Spirito dei Natali passati, è più saggio (come dovrebbe essere un uomo anziano); il secondo, quello del Presente, è simpatico, allegro e porta con sé un sacco di leccornie e un olio che permette alle persone di essere felici o di soffrire di meno almeno nel giorno di Natale; il terzo, lo Spirito dei Natali futuri, invece, è sfuggevole, è un'ombra indefinita, proprio perché nessuno di noi sa con certezza quale sarà il suo futuro.
Canto di Natale è un romanzo brevissimo che nelle sue poche pagine è capace di dare molti spunti di riflessione, è un romanzo che insegna che ognuno di noi è fautore del suo destino e che non è mai troppo tardi per cambiare stile di vita, per essere più buoni e generosi, per non chiudersi in se stessi.
Inutile dire che - a parer mio - anche i personaggi minori sono davvero ben indagati, da Cratchit a Fred, dalla moglie di Bob alla nipote di Scrooge, e che mi è scesa qualche lacrimuccia (per l'ennesima volta) nei passaggi in cui veniva menzionato Tiny Tim.


2 commenti: