Coraline - Neil Gaiman & P. Craig Russell

gennaio 18, 2017

Buon pomeriggio, bookscatchers!
Avrei dovuto scrivere questa recensione già da un bel po', ma lo studio in questa settimana mi ha portato via un sacco di tempo e, quindi, solo ora trovo un momento per mettermi davanti al pc e di parlarvi del graphic novel di Coraline. Buona lettura!





TITOLO: CORALINE
AUTORE: Neil Gaiman
CASA EDITRICE: Nicola Pesce Editore
GENERE: Graphic novel
PAGINE: 186
PREZZO DI COPERTINA: 20,00 €
LINK PER L'ACQUISTOQui

SINOSSI
Attraversando una porta nella casa in cui la sua famiglia si era appena trasferita, Coraline scopre un'altra casa stranamente simile alla sua, ma migliore. All'inizio sembra tutto meraviglioso: il cibo è molto buono e la scatola dei giocattoli è piena di angeli a molla e di teschi di dinosauro che strisciano per terra e battono i denti. Ma ci sono anche un'altra madre e un altro padre che vogliono che lei rimanga lì e sia la loro bambina. Vogliono trasformarla e tenerla per sempre con loro. Coraline dovrà usare tutta la sua intelligenza e lottare con ogni mezzo per salvarsi e tornare, finalmente consapevole, alla sua vita di tutti i giorni.


RECENSIONE
Prima di parlarvi di Coraline, voglio raccontarvi un aneddoto.
Avevo adocchiato questo graphic novel in una fumetteria in un paese vicino al mio e ogni volta che entravo in quel negozio con il mio ragazzo lo prendevo in mano, me lo sfogliavo e guardavo le sue bellissime tavole, assaporando il momento in cui sarebbe stato finalmente mio. Pochi giorni prima di Natale, Fabio - il mio ragazzo - quando è venuto a casa mia mi ha detto che era andato in fumetteria e che aveva visto che Coraline era stata venduta. Vi lascio immaginare la tristezza che mi ha assalito quando me l'ha detto, perché io, da ingenua, non ho minimamente pensato che l'avesse comprata lui per regalarmela a Natale. Tutto questo per dire: grazie, amore, perché mi hai reso la persona più felice dell'universo.
Ora davvero la smetto di scrivere a vanvera e procedo con la recensione.
Quella di Coraline è la tipica storia "alla Neil Gaiman": intrigante, inquietante, assurda e assolutamente geniale.
Coraline si è appena trasferita in una nuova casa e ha un rapporto molto difficile con i suoi genitori: nel corso della storia si vede che loro le vogliono molto bene (basti pensare solo a quando suo papà "si sacrifica" per far sì che le api non la pungano), ma fanno molta fatica a esternare i loro sentimenti, essendo sempre super presi dal loro lavoro. Per questo motivo, mi sento di dire che il punto forte della vicenda non è solo il percorso che intraprende Coraline e la sua battaglia nell'Altro Mondo, ma anche il cambiamento e la crescita del rapporto tra la ragazzina e i suoi genitori.
Le tavole di Coraline sono stupende: i colori sono perfetti per ogni situazione e l'atmosfera è sempre un po' cupa - come è giusto che sia. Sono rimasta affascinata da ogni singolo disegno, perché ognuno di essi è particolareggiato e molto realistico: sembra di essere davanti a un film di animazione, non a un graphic novel. Inoltre, ho davvero amato il modo in cui P. Craig Russell ha rappresentato l'Altra Madre, perché è davvero, davvero, davvero inquietante.
L'unica cosa che mi porta a dargli quattro piume e non cinque è il fatto che, secondo me, proprio a causa della sua natura di graphic novel, in alcune scene la tensione viene smorzata troppo e non c'è quella suspense che ti fa rimanere incollata alle pagine dei romanzi di Gaiman.
In conclusione, ora che ho letto il graphic novel e ho visto il film (anch'esso abbastanza inquietante, come molti film di Tim Burton), devo assolutamente leggere il romanzo.


You Might Also Like

0 commenti

Popular Posts