Green - Kerstin Gier

gennaio 23, 2017

Buon pomeriggio, bookscatchers!
Dato che mi devo far perdonare per la mia assenza sul blog, causata dallo studio per gli esami della sessione invernale, oggi eccomi qui con due post. Spero che la recensione di Green vi piaccia: buona lettura!





TITOLO: GREEN
AUTRICE: Kerstin Gier
CASA EDITRICE: Corbaccio
PAGINE: 428
PREZZO DI COPERTINA: 16,60 €
EBOOK: 7,99 €
LINK PER L'ACQUISTOQui
Disponibile anche la ristampa da parte della casa editrice TEA. Per tutte le info, cliccate qui.

SINOSSI
"Sono davvero contento di avere chiarito le cose. In ogni caso resteremo sempre buoni amici, giusto?" Quando un ragazzo dice così a una ragazza non è che la renda pazzamente felice. Se poi il ragazzo in questione è Gideon de Villiers, occhi verdi e capelli corvini, Gwendolyn Shepherd, la destinataria del messaggio, si sente precipitare decisamente negli abissi dell'infelicità. E sì, perché, nelle due settimane che le hanno sconvolto la vita, facendole quasi dimenticare di essere una normale studentessa di sedici anni di una normale scuola londinese, Gideon le era sembrato la sua unica ancora di salvezza. Solo da due settimane, infatti, Gwen ha scoperto di essere predestinata a viaggiare nel tempo per portare a termine una missione pericolosissima da cui dipende il destino dell'umanità intera. Una faccenda che, in realtà, non le interessa affatto, diversamente dalla cugina Charlotte, che era convinta di essere lei la predestinata e che era stata educata ad affrontare situazioni e persone di ogni tempo e ogni luogo. Solo per Gideon, il suo compagno di viaggi nel passato, Gwen ha trovato sopportabile l'essere sballottata da un secolo all'altro alla ricerca di un cronografo perduto, ma ora perché dovrebbe continuare a lasciarsi tiranneggiare dall'implacabile setta dei Guardiani? D'altra parte, è vero che a poco a poco sta scoprendo segreti insospettabili sulla propria famiglia che la riguardano molto da vicino...


RECENSIONE
Se mi seguite su Instagram, saprete che ieri sera ho finalmente finito Green, il terzo libro de La trilogia delle gemme di Kerstin Gier. Devo dire che mentre il libro precedente non mi aveva convinto fino in fondo - probabilmente perché era un libro di passaggio -, il capitolo conclusivo della saga mi ha colpita abbastanza positivamente.
Come in Blue, penso che a volte il linguaggio e i pensieri di Gwen siano un po' troppo sdolcinati e che dopo un po' diventino persino irritanti, ma alla fine questa è una saga ya e, quindi, si può dire che sia giustificabile.
Lo stile di scrittura della Gier è, come al solito, scorrevole e divertente: Green è una lettura davvero leggera e si finisce in pochissimo tempo, senza accorgersi dello scorrere delle pagine.
Ho trovato molto toccante la parte in cui Gwendolyn (dopo aver scoperto determinate cose che non dirò per non fare spoiler, ma che sono facilmente intuibili fin dal primo capitolo di Red) rivede Lucy e Paul e la descrizione delle emozioni che la ragazza prova. Inoltre, penso che il punto forte del romanzo stia alla fine, nell'epilogo - sì, dovete leggere proprio tutta la trilogia per rimanere completamente a bocca aperta - perché proprio in quel capitolo tutti i tasselli del puzzle, anche quelli che il lettore non sapeva mancassero, vanno al loro posto. Lo so, è un ragionamento un po' contorto, ma fidatevi di me se vi dico che vale davvero la pena arrivare a leggere fino all'ultima pagina.
Mi sarebbe piaciuto che alcune situazioni venissero approfondite maggiormente - come la storia di Mr. Whitman o la motivazione dell'improvviso aiuto che giunge da Mr. White - oppure che alcune decisioni non venissero prese così frettolosamente dai protagonisti del romanzo (Attenzione SPOILER: insomma, sapete che il conte farà qualcosa quando il cerchio di sangue sarà chiuso, ma non riflettete nemmeno un attimo quando si tratta di inserire il sangue di Gideon, l'unico che manca, nel cronografo originale?).
Nonostante questo, però, in linea di massima sono soddisfatta sia di Green che della trilogia in generale, alla quale darei un voto di tre piume e mezzo su cinque.


Recensione di Red: QUI
Recensione di Blue: QUI

You Might Also Like

0 commenti

Popular Posts