In ogni caso niente paura - Cristiano Guarneri

aprile 14, 2017


Buongiorno, lettori, e benvenuti in questa nuova recensione!
Oggi voglio parlarvi di un romanzo che mi è stato inviato quest'estate. Sperando che l'autore possa perdonare questo mio ritardo, ecco a voi la recensione di In ogni caso niente paura.




TITOLO: IN OGNI CASO NIENTE PAURA
AUTORE: Cristiano Guarneri
CASA EDITRICE: Piccola Casa Editrice
COLLANA: Il cielo negli occhi
PREZZO DI COPERTINA: 12,90 €
EBOOK: 4,49 €
LINK PER L'ACQUISTOQui

SINOSSI
Che cosa succede quando cinque sedicenni incrociano la vita di un vecchio uomo cupo, burbero e solitario? Che reazioni susciterà l'incontro con il figlio deforme in carrozzina, malato dalla nascita? Storia di dolore e di rancore, di passione sepolta e di antico amore. Storia di eterne amicizie e giovani scoperte, di corse nei campi e raid in bicicletta. Carlo, il giovane protagonista, vive le vicende della storia, e può scegliere di illuminare con uno sguardo nuovo i fatti e gli incontri della sua avventura umana.


RECENSIONE
Romanzo formativo e prezioso, questo In ogni caso niente paura di Cristiano Guarneri, giornalista e scrittore.
Insegna moltissimo, a partire dall’uso del tempo che – come scritto in un bel passaggio del libro – “… non è qualcosa che passa. Nemmeno il ripetersi di un regalo. È l’attesa di quel regalo.”.
Il lettore, allora, attraverso i tanti protagonisti del romanzo affronta una vera e propria iniziazione alla vita, con il suo carico di gioie, ma anche di prove e di dolore.
Impara come sia possibile maturare affrontando, giorno dopo giorno, le esperienze, le persone, le relazioni che ognuno di noi è chiamato – volente o nolente – ad affrontare e sperimentare. Impara ad aprire gli occhi su ciò che ci sta intorno. Impara che ci sono cose meravigliose in questo mondo, messe lì apposta per noi, ma delle quali in pochi si accorgono. Impara ad accettare gli altri e, soprattutto, se stesso, con le proprie paure e i propri limiti. Impara che la felicità va costruita e conquistata poco a poco, perché non è il trovare la bellezza che rende felici, ma è il riconoscere quello che la bellezza porta dentro si sé: l’essenziale. Impara, quindi, che è proprio questa ricerca dell’essenziale che rende la vita degna di essere vissuta, piena e fruttuosa.
“Quand’è che un uomo è veramente uomo?” viene chiesto a un certo punto del libro. “Quando sa cosa vuole e lo cerca” è la risposta. E i ragazzi del romanzo di Guarneri crescono e diventano uomini cercando: cercando relazioni vere, cercando scelte di libertà, cercando di costruirsi una vita vera.
E chi ha sofferto duramente, anche troppo, l’angoscia di un figlio gravemente disabile e ed è stato toccato da una vita segnata dalle cicatrici profonde del dolore che lascia posto alla rabbia nell’improvvisa consapevolezza che la sua anima era morta impara, giorno dopo giorno, che si può ricominciare a vivere, iniziando a fidarsi nuovamente di quello e di chi si ha intorno.
Accetta, alla fine, che possano anche esistere domande alle quali non c’è risposta – perlomeno non univoca e non uguale per tutti – ma alle quali, se si è uomini, bisogna cercare una risposta finché si ha vita!
Comprende che niente – nessuna esperienza, nessuna relazione, nessun incontro – è da buttare via, è inutile; e che ciò che per qualcuno è nullità può invece essere importante per un altro. Comprende che bisogna saper guardare sotto la superficie delle cose e delle persone per portare alla luce ciò che davvero conta.
Questo romanzo ci lascia alla fine più ricchi, se non altro della consapevolezza che il tempo è prezioso; che non è giusto lasciarsi vivere; che la vita, a volte, può essere sì spaventosa, ma che l’amore deve continuare a convivere col dolore e la fatica.
Perché “… si vive solo il tempo in cui si ama”. Perché – ed è questo il bello dall’esistenza – dobbiamo faticare per diventare uomini, come detto in un bel passaggio del romanzo: “Vedi? L’acqua scorre lenta ma decisa, in una direzione che non cambia mai. Non ha paura, il fiume. Sa quello che deve fare. Ecco, io voglio essere così.”.


You Might Also Like

0 commenti

Popular Posts