La seconda arca - Sergio Olivotti

marzo 17, 2018

Buon pomeriggio, lettori!
Eccoci qui per una nuova recensione per i più piccoli (e non solo, come sempre). Dopo aver incontrato l'autore a Milano, a Tempo di Libri, e aver scambiato con lui due parole, sono felicissima di potervi finalmente parlare de La seconda arca di Sergio Olivotti.
Mettetevi comodi e, con la mente, tornate indietro nel tempo: a tanto, tanto tempo fa...


TITOLO: LA SECONDA ARCA
AUTORE: Sergio Olivotti
CASA EDITRICE: Lavieri Edizioni
PAGINE: 72
PREZZO DI COPERTINA: 13,90 €
LINK PER L'ACQUISTOQui

SINOSSI
Se molto sappiamo dell’arca di Noè e delle sue strabilianti vicende, meno conosciute e alquanto misteriose sono le informazioni sulla “Seconda Arca”, quella costruita da suo cugino Bartolomeo. Questo libro vuole mettere ordine alle numerose leggende che la riguardano ed è dunque frutto di anni di studi tra reperti archeologici, documenti storici e miti che oggi sempre più paiono avere fondamento reale.
Dopo “Lo Zoablatore”, Sergio Olivotti ci fa dono di un altro scabroso libro-inchiesta che scava nei segreti più nascosti della storia umana e non, soprattutto non.


RECENSIONE
Il lettore, man mano che si addentra nelle pagine de La seconda arca, è afflitto da un dubbio amletico: mandare un piccione viaggiatore (sicuramente Olivotti troverebbe una particolare specie di volatile più adatta del semplice piccione) nell'assolata città di San Diego per una nomination agli Eisner Awards per premiare i disegni, o scrivere all'Accademia Reale di Stoccolma per chiedere il Nobel per la Letteratura?
Cosa sapete del cugino di Noè, Bartolomeo? Se la vostra risposta dovesse essere "Ma Noè non aveva nessun cugino!", mi dispiace deludervi. Nonostante sia sempre stato omesso da qualunque racconto, infatti, anche Bartolomeo ha costruito un'arca (la seconda, appunto), su cui ha fatto salire tantissime specie di animali: il famosissimo Pinguino di Copacabana, gli inseparabili Superciop e Microcip, il magico Insetto Stecco Rabdomante, la fantasmagorica Mucca Shakerata, il curiosissimo Moka-Moka, .... Cosa? Non mi credete, perché non avete mai sentito nominare le specie di cui vi ho parlato? Beh, allora non potete lasciarvi scappare questo libro, per imparare tutto ciò che i documenti, i reperti archeologici e la mitologia hanno da offrire.
La storia presentata ne La seconda arca è geniale - e non mi sarei aspettata nulla di diverso da Sergio Olivotti, dopo aver letto Lo Zoablatore. Il suo stile di scrittura e la sua tecnica di disegno sono uniche nel loro genere e credo di non esagerare dicendo che non ho mai riso così tanto nel corso della lettura di un libro.
Inoltre, giunti alla fine, il dubbio iniziale - Nobel o Eisner Award - viene ulteriormente complicato: e se nominassimo Sergio Olivotti per un Grammy Award? Eh sì, avete capito proprio bene: leggere (e ascoltare) per credere. E tu, Ed Sheeran, trema.


You Might Also Like

0 commenti